Il Team Italia

La squadra

Enrico Crippa, presidente
Martino Ruggieri, candidato
François Poulain, coach
Curtis Clement Mulpas, commis
Luciano Tona, senior coach e promotion manager
Alessandro Bergamo, coach esterno


Enrico Crippa - Accademia Bocuse d'Or Italia

Enrico Crippa

Presidente Accademia Bocuse d’Or Italia
Presidente C.O.C. Bocuse d’Or Europa 2018

Si appassiona alla cucina guardando il nonno fare la spesa e divertirsi ai fornelli. A sedici anni è apprendista nel ristorante milanese di Gualtiero Marchesi.
Collabora con grandi chef europei: Willer, Arabian, Westermann, Bras, Adria.
Nel 1996 avvia a Kobe il ristorante di Marchesi e resta in Giappone fino al 1999, esperienza fondamentale.
Nel 2003 l’incontro ad Alba con la famiglia Ceretto con cui inizia, nel 2005, il progetto di Piazza Duomo. Nel 2006 la prima Stella Michelin, nel 2009 la seconda e nel 2012 la terza. È stato presidente della giuria per il Bocuse d’Or 2013.
Dal 2017 è Presidente dell’Accademia Bocuse d’Or Italia.
 


Luciano Tona - Accademia Bocuse d'Or Italia

Luciano Tona

Promotion Manager Team Italia
Direttore Accademia Bocuse D’Or Italia

Cresciuto aiutando i genitori alla Fermata di Casatenovo, ha impiegato la sua giovinezza per coltivare i suoi hobby in giro per il mondo, nei grandi ristoranti d’Europa. Ottimo tecnico, capace di preparazioni vibranti e ricche di inventiva, il suo stile ha preso spunto dalle frequentazioni con Gualtiero Marchesi per poi plasmarsi e orientarsi verso una cucina polimorfica. Nel 2014, dopo 11 anni, abbandona Alma, lasciando un segno indelebile nella attuale generazione di cuochi, per dedicarsi a nuovi progetti di consulenza.
Dal 2016 è direttore di Accademia Bocuse d’Or Italia, presieduta da Enrico Crippa, con cui condivide l’origine brianzola.
 


Martino Ruggieri - Accademia Bocuse d'Or Italia

Martino Ruggieri

“Sono cresciuto in Puglia, osservando mia nonna che tirava la pasta per fare le orecchiette e mio nonno che si prendeva cura della sua campagna.
Ho lavorato in giro per il mondo. Porto nella mia cucina la mia terra, amo le contaminazioni e sono sempre alla ricerca dell’essenza nella natura delle cose. Mi sono appassionato allo studio e all’approfondimento della storia della cucina quando ho capito di amare il mio lavoro. Sono stati, poi, gli incontri e le ore trascorse nelle grandi cucine, da Heinz Beck a Riccardo Camanini, da Joel Robuchon a Yannick Allèno, ad alimentare la mia curiosità, affinare la mia tecnica e amplificare la mia voglia di ricerca. Oggi sono un cuoco che non smette di aver voglia di sperimentare e di conoscere.”

Partecipa da protagonista al Bocuse d’Or!

Aiuta Martino Ruggieri a salire sul podio con una piccola donazione

Dona ora